Zum Inhalt springen

Eberspächer Clean Air: qualità dell’aria a bordo per un trasporto pubblico sicuro

Garantire un ambiente più sicuro non solo per i passeggeri, ma anche per gli operatori dei veicoli e il personale che si occupa della manutenzione: con questo obiettivo Eberspächer ha sviluppato Clean Air, un portafoglio completo di soluzioni che può rappresentare una risposta efficace ai timori sul ruolo del trasporto pubblico nella diffusione dei virus.

Facilmente installabili anche in aftermarket su veicoli circolanti, i prodotti Clean Air trasformano il sistema di condizionamento in un prezioso alleato per la salute. Tre diversi livelli di intervento permettono la massima flessibilità: Eberspächer Srl è al fianco dei propri clienti e della rete Service Eberspächer per definire soluzioni su misura per privati, flotte e municipalizzate.

Negli spazi chiusi, la concentrazione di agenti patogeni tende ad aumentare: per questo è importante una ventilazione regolare e frequente che, oltre a ridurre la concentrazione di virus e batteri, previene la secchezza delle mucose di naso e bocca per una più efficace protezione dagli agenti patogeni.

Autobus e pullman non fanno eccezione: il ricambio dell’aria rimane una misura utile ed è un primo modo in cui i sistemi di climatizzazione possono contribuire a migliorare la qualità dell'aria a bordo. Ma perché limitarsi all’area esterna, che è solo una parte di quella che transita in un sistema di climatizzazione, e non intervenire sul 100 per cento dell’aria trattata, approfittando del sistema di climatizzazione per garantire una pulizia efficace e continua dell’aria a bordo?

Con questo obiettivo nasce Clean Air, la linea di soluzioni di Eberspächer pensata per garantire un’efficace pulizia dell’aria a bordo tramite tre differenti livelli di intervento.

Al primo livello troviamo la filtrazione meccanica, tramite elementi in carta plissettati che prendono il posto del normale filtro evaporatore in schiuma di poliuretano. Oltre a polveri, polline, muffe e fuliggine, questo tipo di filtro raccoglie anche le goccioline d'acqua, i cosiddetti “droplet” emessi con l’aerosol le cui dimensioni variano da 0,6 a 10µ. L’efficacia dei filtri Eberspächer raggiunge il 74% per particelle con dimensioni da 0,5µ e addirittura il 90% di quelle da 10µ.

Per un livello di filtrazione ancora superiore si può ricorrere al sistema elettronico di pulizia dell’aria (EAC) basato su supporti polarizzati: offre maggiore efficacia nella rimozione delle particelle più piccole, arrivando a intrappolare fino al 97% di quelle con dimensione da 0,3µ e fino al 99% di quelle da 10µ.

L'EAC viene posizionato all'interno della griglia di ripresa dell'aria di ricircolo e garantisce un’elevata efficienza, con una riduzione minima della portata d’aria. Eberspächer, che utilizza con successo questa soluzione da diversi anni, offre l'EAC in sette diverse dimensioni adatte per la maggior parte dei suoi sistemi da tetto in linea.

Al livello di sicurezza più alto si pongono i moduli a LED UV-C per la sterilizzazione dell'aria. I moduli a LED UV-C sono la soluzione di Eberspächer più efficiente: montati all’interno del sistema di climatizzazione, permettono di trattare il 100 per cento dell'aria e di sterilizzarne fino al 99,9% in modo continuativo. I raggi UV-C sono ampiamente utilizzati per la sterilizzazione in ambiente sanitario e ospedaliero, e test indipendenti ne hanno confermato l’efficacia nei confronti dei virus influenzali (ceppi H1N1 e H3N2).

I tre livelli di intervento, che possono essere adottati singolarmente o combinati, si prestano per creare soluzioni personalizzate in base alle esigenze del cliente: flotte, municipalizzate o semplici operatori privati che vogliono migliorare il livello di sicurezza dei propri mezzi a vantaggio dei lavoratori e degli utenti.

La filiale italiana Eberspächer Srl è a fianco dei propri clienti e della rete Service Eberspächer Sütrak per definire e testare applicazioni su misura.