Zum Inhalt springen

Riscaldatori autonomi per macchine da lavoro e agricole

Quando l’inverno si fa rigido, arrivare in cantiere e iniziare il turno di lavoro sedendosi nella cabina di una macchina già calda è molto più che una questione di comfort: mettere in moto il motore in un istante, trovare tutti i circuiti idraulici pronti a funzionare e il parabrezza già pulito significa potersi mettere immediatamente all’opera eliminando i tempi morti.

In una parola, produttività: in una macchina da cantiere, un riscaldatore a gasolio Eberspächer si ripaga immediatamente, sia che lo si acquisti come opzione in primo impianto – sono sempre di più i costruttori che lo propongono, soprattutto tra quelli che esportano in Paesi dal clima rigido – sia che si decida di installarlo in un momento successivo ricorrendo alla rete aftermarket Eberspächer.

Nell’ambito delle costruzioni, i riscaldatori ad acqua Hydronic sono la soluzione più diffusa: installati sul circuito di raffreddamento del motore permettono, oltre che di preriscaldare la cabina attraverso le bocchette dell’impianto di climatizzazione, di portare in temperatura anche il gruppo propulsore, garantendo partenze facili a qualunque temperatura e una minore usura delle parti meccaniche. Qualora il sistema e le condizioni climatiche lo richiedono, il circuito può essere integrato per prevedere il preriscaldamento dell’olio idraulico, delle batterie o di qualunque altra utenza di bordo. Con una gamma che spazia dai 4 kW della serie “small” ai 35kW del modello più grande, passando attraverso gli 8 – 12kW della serie “medium” è possibile soddisfare qualunque richiesta di potenza.

I riscaldatori ad aria Airtronic sono la soluzione più facile: di semplice installazione anche in aftermarket, rappresentano la risposta perfetta al problema del riscaldamento cabina ogni qual volta esigenze tecniche o economiche sconsiglino di portare l’acqua di raffreddamento del motore agli scambiatori di calore in cabina. Una gamma di potenza da 2 a 5 kW e una fase di avviamento potente garantiscono un rapido raggiungimento della temperatura qualunque sia la dimensione della cabina di guida.

Entrambi i sistemi possono essere dotati di una serie di dispositivi di controllo e comando in grado di soddisfare qualsiasi esigenza: è possibile temporizzare l’accensione e lo spegnimento, attivare il riscaldatore attraverso un radiocomando in grado di trasmettere il segnale fino a 1 km di distanza o anche controllare il sistema via smartphone con l’apposita app.